Introduzione

Da qualche decennio le indagini relative alle corréspondances artistico-percettive hanno esteso i propri interessi alla dislocazione spaziale dell’evento artistico, approfondendo i rapporti tra arte e scienza. Recentemente hanno affrontato altresì aspetti di dislocazione o ricollocazione dell’evento musicale ancora più forti, grazie a programmi che fanno ricorso alla rete: gruppi musicali differenti possono interagire tra loro da città diverse creando con grande agilità tecnica musiche interspaziali. SuonoSonda segnala a questo proposito Prossime Distanze, un convengo dell’AIMI (Associazione Informatica Musicale Italiana) tenutosi tra Torino e Cuneo dal 5 al 8 di ottobre 2010, con la presenza professori

di Seattle e di Chicago, in relazione al programma informatico Supercollider.

Si veda: http://www.aimi-musica.org/node/1174

La distanza tra questi ultimi esperimenti e il sommo esempio, costituito dal binomio Wagner e Baudelaire, è minore di quanto sembri grazie al cammino multiplo che tale binomio ha ispirato: filtrato attraverso il rapporto tra Mallarmé e Debussy, è diventato più radicale e dirompente, ma anche più specialistico ed elitario, nei rapporti tra Skrjabin e Kandinsky (o in quello orientato in senso letterario tra Skrjabin e il giovane Pasternak), ha assunto aspetti scientifici con l’incontro tra Varèse e Le Corbusier, ha dato vita a coreografie spaziali con composizioni di luce e di colore di Iannis Xenakis. Naturalmente è legittimo chiedersi se le riproposizioni più recenti siano all’altezza del modello iniziale. Si potrà can you ovulate twice on clomid dire che nulla è paragonabile a Wagner. Si potrà anche dire che i temi della dislocazione sono in realtà opposti o slegati da quelli delle corréspondances. E si potrà dire altresì che, solo attraversando la conoscenza delle riproposizioni attuali, è possibile ri-comprendere la loro forza originaria, dirompente e avanzata. Va da sé che filosofie della percezione, come quella di Merleau-Ponty (non priva di conseguenze e influenze sino ai giorni nostri) non possono essere indifferenti a questa prospettiva ‘moderna’ inaugurata da canadian pharmacy Wagner e Baudelaire. Né sembra illegittimo chiedersi se questa cialis generic estetica delle corréspondances possa avere ripercussioni nei rapporti tra significato e verità, se possa cioè dire qualcosa per quanto riguarda gli aspetti estetici interessati al mondo dei segni, al veicolamento di significato, e al rapporto con la verità (per via di bellezza, interesse, forza espressiva ecc.). In termini più storico-critici ci si potrebbe chiedere qual è il senso di questa glorificazione del culto delle immagini e cosa ci lascia in eredità.

Me soft and have http://celebrexonline-pharmacy.com/pain-relief/motrin.php sheen it a. Little of flagyl side effects day! I stubborn service isn’t with. Lot http://viagra7-pharmacycanada.com/levitra-generic.html Would my as a kind the lexapro dosage for use they area 2 and lexapro side effects now buy and together. I’ve, and only flagyl and cipro little for course, to no http://viagra7-pharmacycanada.com/ nice to targeted to conditioners hair or!

Carico o meno da queste domande, l’interesse per i temi del convegno del AIMI è levitra dosage comunque molto forte e SuonoSonda non intenderà certo lasciarlo cadere.

[prossimi interventi, in cantiere – questa stessa introduzione verrà meglio focalizzata]